Il ricordo di Alessandro

Oggi son riuscito ad andare a trovare un caro vecchio amico, ero triste, angosciato per tutte le difficoltà che stò affrontando, il lavoro, la salute, i soldi... ogni volta che risolvo un problema, se ne creano due. E mentre gli raccontavo queste cose lui ascoltava e sorrideva. Avevo un gran bisogno di sfogarmi, mentre gli raccontavo l'ultima che mi è successa, probabilmente carico di emozioni, mi è scesa pure qualche lacrima. E lui sorrideva. Così decisi che ci saremmo fumati una sigaretta e poi sarei tornato a casa, tutto quel freddo mi stava contraendo i muscoli e i dolori stavano diventando insopportabili. Vidi un sasso per terra, aveva un colore diverso da tutti gli altri grigi, e anche la forma era diversa, questo era quasi levigato e chiaro, tinta avorio. Lo presi e gli dissi che lo avrei conservato in ricordo di quell'incontro in cui io mi sfogavo e piangevo vomitandogli addosso tutti i miei problemi e lui sorrideva in silenzio. Ma anche oggi, come tutte le altre volte, quando lo saluto e mi allontano di qualche passo, poi mi giro come per ringraziarlo nuovamente per essere stato ancora una volta il migliore degli psichiatri, per avermi alleggerito di un po' di peso emotivo; e così, anche oggi, come le altre volte, vedo il suo faccione che sorride, con un sorriso così luminoso da aprirmi il cuore. Lo risaluto, alzo la mano e con il dito indico la sua lapide e dico "ciao bestia", come facevamo da piccoli. Son 4 anni e un paio di mesi che hai lasciato questo schifo di mondo. Ed ogni giorno Dio dovrebbe far nascere un altro come te. Mi manchi. E grazie x oggi Luca. Dedicato a mamma Piera, la mamma del miglior psichiatra che abbia mai avuto, l'unico di cui mi fiderò per sempre.
Buonanotte

United Kingdom Bookmaker CBETTING claim Coral Bonus from link.